Groeden ferrata Sass Rigais klettersteig
Groeden ferrata Sass Rigais klettersteig

Via ferrata Sass Rigais

Dalla stazione a monte della funivia del Col Raiser proseguiamo fino all’accesso sud della via ferrata sul Sass Rigais (3.025 m).

Dopo aver bevuto un caffè nella baita, quasi direttamente vicino alla funivia, ci avviamo alle ore 9.00. Per quasi un’ora camminiamo su un sentiero piano in direzione nord, passando per il rifugio Firenze e seguendo sempre le indicazioni per il sentiero n° 13.

Dopo ca. un’ora giungiamo ad un incrocio, dove decidiamo di accedere alla via ferrata per il lato sud, dato che quello al lato nord a giugno potrebbe ancora essere ricoperto di neve. Dal Plan Ciautier il sentiero porta per detriti e scoscese rocce in direzione Forcella di Mezzodì. I segnali rossi lungo il sentiero ci indicano la diramazione per l’accesso alla via ferrata. La prima parte della via ferrata è relativamente ripida e ci sono possibilità di autoassicurarci su ancoraggi. Passato questo primo tratto, il percorso si mostra meno ripido e cavi e catene in acciaio non sono previsti. Dopo un’ulteriore ora di cammino (e non arrampicata!!), la nostra motivazione è ormai scomparsa. Ma all’improvviso inizia di fronte a noi un esigente via ferrata che porta direttamente alla cima del Sass Rigais.

Arrivati in cima siamo sopraffatti dalla vista panoramica sulle Dolomiti. Vicino alla cima, sulla quale siamo appena salita, vediamo la snella cima della Furchetta (3.030 m), famosa per la sua repulsiva parete nord.

Dopo aver mangiato e bevuto qualcosa e dopo esserci immortalati nel libro di vetta, scendiamo, sempre in arrampicata, lungo la via ferrata ad est. Solo ora ci accorgiamo che probabilmente questa via ferrata era più adeguata per la salita. E dato che la corda d’accaio su qualche tratto scorre sotto la neve, scendiamo con molta attenzione e “a gattoni”, senza essere autoassicurati (!)… Le rocce, con buona presa ma friabili, non ci facilitano la discesa. Questo percorso si snoda tra le cime della Furchetta e del Sass Rigais, ai piedi dei quali potrete godere una stupenda vista panoramica.

All’incrocio proseguiamo il nostro cammino infine in direzione stazione a monte della funivia Col Raiser, ovvero il nostro punto di partenza, con ormai dolori a braccia, gambe e dita del piede. Poco prima della ore 17.00 riusciamo a prendere ancora l’ultima andata a valle.

Autore: EMS

Consiglio: Se volete intraprendere questa escursione, informatevi prima delle attuali condizioni direttamente sul posto!

Punto di partenza: Parcheggio stazione a valle della funivia Col Raiser a S. Cristina in Val Gardena (1.515 m)
Sentiero: Dalla stazione a monte della funivia del Col Raiser (ca. 2.107 m) il sentiero porta in direzione Rif. Firenze, da dove si prosegue sul sentiero n° 13 per ca. un’ora fino ad arrivare ad all’incrocio Furchetta/Sass Rigais. Rimane a ciascuno la scelta se salire in cime lungo la parete sud o est.
Segnavia: 13
Tempo di percorrenza: ca. 5 ore
Escursione intrapresa: fine giugno 2010
A misura di famiglia? Gran parte dell’escursione segue sentieri ripidi, quindi consigliamo questa solo a chi é esperto.
Ulteriori informazioni: Associazione turistica Val Gardena, Tel. +39 0471 777777, info@valgardena.it

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni