Via ferrata delle Meisules

Dal Passo Sella alla cima del Piz Selva, una delle più classiche vie ferrate delle Dolomiti.

Quello con la ferrata delle Meisules (o Mesules, Pößnecker Klettersteig in tedesco), la prima ferrata delle Dolomiti, è un appuntamento irrinunciabile per ogni appassionato ferratista. È una splendida giornata d’inizio settembre: parcheggiata l’auto al Passo Sella, seguiamo il sentiero n. 649 in direzione Torri del Sella, che in meno di mezz’ora ci porta all’attacco della ferrata, già piuttosto affollato.

Giunto il nostro turno, siamo pronti per affrontare il primo tratto della ferrata, un salto di 250 metri di roccia verticale ed esposta: scale e pioli d’acciaio facilitano la progressione nei punti più impegnativi, ma l’arrampicata tra camini e colatoi resta piuttosto faticosa. Attraversiamo la grande terrazza detritica che taglia a metà le pareti nordoccidentali del Sella, ed eccoci pronti ad affrontare il secondo salto di roccia, meno impegnativo della sezione inferiore della parete, ma che richiede altrettanta attenzione. Dopo circa tre ore di arrampicata eccoci ai 2.941 m s.l.m. della cima del Piz Selva: ne approfittiamo per tirare il fiato - la discesa che ci attende è molto lunga - e goderci il panorama.

Procediamo ora lungo la cresta delle Meisules, il margine occidentale del grande pianoro sommitale del Sella, attraversando cime come il Piz Gralba, il Piz Miara e il Piz Rotic fino alla Forcella dai Ciamorces, da cui seguiamo le indicazioni per la Forcella d’Antersass e il Rifugio Boè, dove ci fermeremo per una breve sosta ristoratrice. Ripercorriamo i nostri passi fino alla Forcella d’Antersass, da cui seguiamo il sentiero 647 verso la selvaggia Val Lasties, che ci riporterà alla strada del Passo Sella.

Avvertenze: esposte a nord-ovest, le pareti percorse dalla ferrata delle Meisules restano a lungo in ombra, ed anche a stagione inoltrata è possibile dover fare i conti con resti di neve, tratti ghiacciati e basse temperature. l’itinerario, molto lungo e senza vie di fuga, richiede condizione fisica, passo sicuro e condizioni meteo ottimali.

Autore: ED

Attenzione: prima di intraprendere questa ascensione è consigliabile informarsi sul posto circa le condizioni del tempo e dell’itinerario.

Partenza: Passo Sella, 2.240 m s.l.m.
Difficoltà: EEA – ferrata molto difficile
Dislivello: ca. 1.040 m
Esposizione: nord-ovest
Accesso: ½ ora
Discesa: ca. 3 ore
Accesso: ½ ora
Tempo di percorrenza: ca. 6,5 ore
Periodo ideale: da luglio inoltrato a settembre
Informazioni: Associazione Turistica Val Gardena, Tel. +39 0471 777777, info@valgardena.it

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Alpenheim
    Hotel

    Alpenheim

  2. Dorfhotel Beludei
    Hotel

    Dorfhotel Beludei

  3. Hotel Miravalle
    Hotel

    Hotel Miravalle

  4. Garni Hotel Concordia
    Garni

    Garni Hotel Concordia

  5. Cavallino Bianco
    Hotel

    Cavallino Bianco

Suggerimenti ed ulteriori informazioni